Coming Up Sat 8:00 AM  AEDT
Coming Up Live in 
Live
Italian radio
DIARIO DELLA CRISI

Australia, come la crisi ha cambiato i ristoranti di Sydney

Un'immagine di un ristorante di Sydney a prova di distanziamento fisico Source: courtesy of La Favola

Oggi in New South Wales riaprono i locali, messi a dura prova negli ultimi tre mesi dalle norme anti-coronavirus. L'esempio di due ristoratori italiani di Sydney, Fabio Stefanelli e Paolo Gatto.

Alla vigilia della riapertura dei locali di Sydney, che dal primo giugno possono tornare a servire fino a 50 clienti (previa il rispetto di una serie di norme, tra le quali il distanziamento fisico tra le persone), abbiamo interpellato Fabio Stefanelli e Paolo Gatto, due ristoratori italiani che da anni operano nella capitale del New South Wales, per farci raccontare come abbiano affrontato gli ultimi 80 giorni, e per capire in che modo questa esperienza possa trasformare il volto della ristorazione italiana in Australia.

Fabio Stefanelli e Paolo Gatto
Fabio Stefanelli e Paolo Gatto
Instagram

"Le misure sono state introdotte il giorno dopo che avevamo festeggiato l'anniversario del nostro locale - ricorda Fabio Stefanelli, 34enne chef di Maddaloni, in provincia di Caserta - e ci siamo ritrovati dalle stelle alle stalle. Improvvisamente abbiamo dovuto cercare di sopravvivere facendo il possibile per mantenere in vita il ristorante e per aiutare i ragazzi che lavorano per noi. Per superare tutti insieme questo momento difficile". Fabio, titolare del ristorante La Favola di Newtown, racconta di essersi adattato alla situazione, indossando - oltre ai panni di sous chef - anche quelli del driver, per consegnare in prima persona i pasti a domicilio. 

Dal primo giugno, i ristoranti di Sydney possono accogliere fino ad un massimo di 50 clienti
Dal primo giugno, i ristoranti di Sydney possono accogliere fino ad un massimo di 50 clienti
courtesy of Sud

"Inizialmente abbiamo creato un piccolo negozio di alimentari con pasta, vini e altri prodotti italiani. Poi abbiamo realizzato dei video per aiutare i clienti a prepararsi i piatti in casa. Infine ci siamo impegnati per cercare di tutelare il più possibile il nostro staff, modificando i ruoli dei dipendenti. Per esempio lo chef si è messo alla cassa, mentre io mi sono lanciato in prima linea nelle delivery. Per noi e per i nostri clienti abituali è stata un'emozione". Infine per rinegoziare l'affitto e ottenere uno sconto dal proprietario della struttura, Fabio si è impegnato a realizzare dei lavori di restauro del locale. "Ma tutto sommato sarebbe stato più facile chiudere del tutto".

Paolo Gatto e Fabio Stefanelli
Paolo Gatto e Fabio Stefanelli
courtesy of

"Le prime due settimane sono state il periodo più critico: immagina il caos totale" conferma Paolo Gatto, 41enne chef di Calatabiano, in provicia di Catania, proprietario del ristorante Sud, nel quartiere di Concorde, oltre che della pasticceria Pari e di una ditta di importazione. Anche lui, come tanti colleghi, ha organizzato cooking classes su zoom il giovedì e anche lui, come Fabio Stefanelli, ha pensato in primis a dare una mano all'anello più debole della catena, i suoi dipendenti.

In questo periodo, pochissimi locali hanno chiuso i battenti. Ma quasi tutti hanno cambiato pelle per far fronte all'emergenza.
In questo periodo, pochissimi locali hanno chiuso i battenti. Ma quasi tutti hanno cambiato pelle per far fronte all'emergenza.
courtesy of La Favola

"Il governo ci ha dato una mano col JobKeeper, dopodiché noi abbiamo messo a disposizione di alcuni ragazzi, soprattutto quelli meno tutelati in quanto in possesso solo del visto working holiday, un appartamento libero di nostra proprietà. Anni di sacrifici sono andati in fumo a causa di questa emergenza. È stato un colpo durissimo, ma ci siamo venuti incontro e abbiamo scoperto l'unione, la collaborazione tra noi ristoratori. Queste piccole sinergie sono state la chiave per uscire da questo momento. A livello di business abbiamo imparato molto, per cui sono sicuro che torneremo più forti di prima".     

Un'immagine di un locale di Sydney
Un'immagine di un locale di Sydney
Instagram Sud Food

Il distanziamento sociale e le norme anti assembramento hanno provocato uno tsunami che si è abbattuto su tutto il mondo sulla ristorazione. SBS Italian sta intervistando ristoratori, chef, pizzaioli, pasticcieri e importatori italiani d'Australia che sono riusciti a mantenere in vita le loro attività grazie ad iniziative estemporanee, in qualche caso curiose, sicuramente ingegnose.

Hai perso le puntate precedenti del nostro viaggio per scoprire l'impatto del COVID-19 sui lavoratori della ristorazione? Eccole qui.

Le persone in Australia devono stare ad almeno 1,5 metri di distanza dagli altri. Controllate le restrizioni del vostro stato per verificare i limiti imposti sugli assembramenti.

I test per il coronavirus ora sono ampiamente disponibili in tutta Australia. Se avete sintomi da raffreddore o influenza, richiedete di sottoporvi ad un test chiamando telefonicamente il vostro medico, oppure contattate la hotline nazionale per le informazioni sul Coronavirus al numero 1800 020 080. 

La app di tracciamento del coronavirus del governo federale COVIDSafe è disponibile e può essere scaricata dall’app store del vostro telefono.

SBS è impegnata nell'informare tutte le comunità d'Australia sugli ultimi sviluppi legati al COVID-19. Notizie e informazioni sono disponibili in 63 lingue all'indirizzo sbs.com.au/coronavirus.

Ascolta SBS Italian ogni giorno, dalle 8am alle 10am. Seguici su FacebookTwitter e Instagram.

Coming up next

# TITLE RELEASED TIME MORE
Australia, come la crisi ha cambiato i ristoranti di Sydney 01/06/2020 17:32 ...
Australia, AAA cercasi pizzaioli disperatamente 24/11/2020 35:33 ...
“La crisi della ristorazione? Il peggio è passato” 14/09/2020 23:37 ...
Da bodybuilder a cuoco vegano, ecco come un abruzzese in Australia ha superato la crisi 31/08/2020 24:25 ...
Speed dating e spanish omelette, le ricette anticrisi dei food bloggers 25/08/2020 25:33 ...
Sud Australia, pizze surgelate e dolci al bicchiere per superare la crisi 17/08/2020 23:05 ...
Melbourne, da una cucina italiana 50mila pasti gratis per i bisognosi 10/08/2020 21:40 ...
Come la crisi ha cambiato le pizzerie del New South Wales 03/08/2020 20:13 ...
La pasta fresca? Si cuoce al microonde in 3 minuti 27/07/2020 18:35 ...
Australia, con la crisi è scoppiata la gnocchi-mania 20/07/2020 22:05 ...
View More