Coming Up Wed 8:00 AM  AEDT
Coming Up Live in 
Live
Italian radio

Quando in Australia veniva testata la bomba atomica

La celebre immagine del fungo atomico generato dal test nucleare del 1954 nell'atollo di Bikini Source: Ann Ronan/Print Collector/Getty Images

Negli Anni Cinquanta il governo britannico stipulò accordi sottobanco con il Primo Ministro Robert Menzies per effettuare esperimenti nucleari nel deserto del South Australia.

Il 29 agosto si celebra ogni anno la giornata mondiale contro le armi nucleari, attraverso la quale l'ONU pone l'accento sulla minaccia per l'umanità e ne promuove l'eliminazione totale.

Sono nove le cosiddette "potenze" dotate di questi armamenti, e quattro di queste - Israele, Corea del Nord, India e Pakistan - non hanno sottoscritto il trattato di non proliferazione nucleare.

Accordo invece firmato dai primi cinque Paesi che svilupparono l'atomica tra gli anni Quaranta e Sessanta, ovvero USA, Russia, Cina, Francia e Regno Unito.


In evidenza: 

  • Ogni anno il 29 agosto si celebra la giornata mondiale contro le armi nucleari 
  • Sono nove i Paesi in possesso della bomba atomica e solo cinque di questi hanno firmato il trattato di non proliferazione
  • Londra sviluppò la bomba ad inizio degli Anni Cinquanta, dopo aver effettuato esperimenti sul suolo australiano 
  • I test di Maralinga videro il massiccio uso di plutonio, la sostanza con un'emivita - una resistenza al tempo - di 48mila anni

"Il Regno Unito considerava l'Australia come un’ex colonia, come un posto utile per eseguire i test" 

Londra, che dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale puntava a diventare la seconda potenza nucleare mondiale dopo gli Washington e Mosca, sviluppò l'ordigno ad inizio degli Anni Cinquanta.

Il Primo Ministro britannico Clement Attlee chiese al suo omologo down under Robert Menzies l'autorizzazione ad utilizzare il territorio australiano. Il capo dell'esecutivo di Canberra accettò la proposta senza informare né il suo governo né il Parlamento.

"L’Australia veniva considerata ancora come un’ex colonia" racconta la professoressa Liz Tynan a SBS Italian. "Ma anche i cittadini australiani si sentivano patriotticamente legati alla madrepatria britannica e ne accettavano le decisioni come se fossero prese dal loro governo". 

Clement Attlee, Primo Ministro britannico dal '45 al '51, e Robert Menzies, capo del governo federale australiano dal '49 al '66
Clement Attlee, Primo Ministro britannico dal '45 al '51, e Robert Menzies, capo del governo federale australiano dal '49 al '66
STR/AFP via Getty Images

"L’Australia si fece carico di parte delle spese e mise a disposizione il territorio. In cambio ricevette solo alcune informazioni" 

Il governo britannico lanciò l'operazione Hurricane e nel 1952 eseguì i primi test nucleari a largo della costa nord-occidentale del Paese, nel piccolo arcipelago di Montebello.

Gli esperimenti successivi si svolsero invece nel deserto del South Australia, ad Emu Field e soprattutto a Maralinga. Un termine aborigeno (tra l'altro in una lingua che non ha legami con quella parlata nell'area) che significa 'campo di fuoco'.

Nella zona vennero effettuati test segreti, conosciuti come Vixen B, a base plutonio-239, una sostanza che continua ad emettere radiazioni per 48 mila anni. Eppure, nonostante la consapevolezza che i danni sarebbero stati prolungati nel tempo, non vennero prese alcune precauzioni.

Un'immagine scattata a Maralinga nel 1950
Un'immagine scattata a Maralinga nel 1950
AAP Image / National Archives of Australia

Il territorio di Maralinga è stato bonificato solo negli Anni Novanta, ma gli abitanti della zona hanno fatto causa al Ministero della Difesa

Solo nel 1967 un rapporto britannico denunciò l’approssimazione con la quale erano stati effettuati sia i test sia le successive operazioni di bonifica e solo negli Anni Novanta il governo britannico contribuì – anche economicamente – alla parziale messa in sicurezza dell’area.

Oggi il territorio di Maralinga è considerato relativamente sicuro, ma nei 40 anni trascorsi tra i test nucleari e la sua bonifica i danni sono stati incalcolabili. Anche per questo gli aborigeni della zona hanno fatto causa al Ministero federale della Difesa. 

Il fungo atomico nell'atollo di Bikini
Il fungo atomico nell'atollo di Bikini
Ann Ronan Pictures Print Collector Getty Images

Sulle tappe che portarono il governo britannico ad eseguire test atomici in Australia, ma anche sulle responsabilità del governo Menzies e sulle conseguenze e sui rischi per chi vive in quell'area, la professoressa Liz Tynan ha scritto un libro dal titolo Atomic Thunder: The Maralinga Story

Riascolta il servizio completo:

Quando in Australia veniva testata la bomba atomica
00:00 00:00

Le persone in Australia devono stare ad almeno 1,5 metri di distanza dagli altri. Controllate le restrizioni del vostro stato per verificare i limiti imposti sugli assembramenti.

I residenti dell'area metropolitana di Melbourne sono soggetti alle restrizioni della fase 4 e devono rispettare un coprifuoco tra le ore 20:00 e le ore 5:00. L'elenco completo delle misure restrittive è disponibile qui: https://www.dhhs.vic.gov.au/stage-4-restrictions-covid-19

Se avete sintomi da raffreddore o influenza, state a casa e richiedete di sottoporvi ad un test chiamando telefonicamente il vostro medico, oppure contattate la hotline nazionale per le informazioni sul Coronavirus al numero 1800 020 080. 

Notizie e informazioni sono disponibili in 63 lingue all'indirizzo www.sbs.com.au/coronavirus

Ascolta SBS Italian tutti i giorni, dalle 8am alle 10am.

Seguici su FacebookTwitter e Instagram.

Coming up next

# TITLE RELEASED TIME MORE
Quando in Australia veniva testata la bomba atomica 29/08/2020 10:54 ...
Giornale radio martedì 27 ottobre 27/10/2020 09:41 ...
Le reazioni all'allentamento del lockdown a Melbourne: "abbiamo brindato!" 27/10/2020 22:07 ...
Italia, il mini-lockdown scatena le violenze 27/10/2020 11:23 ...
COVID-19, l’impatto nel Terzo Mondo “dovrebbe farci riflettere sulle nostre frustrazioni” 27/10/2020 12:35 ...
La pasta "sporca" delle nonne romagnole 27/10/2020 11:55 ...
News Flash lunedì 26 ottobre 26/10/2020 04:10 ...
"Perso il lavoro, ho deciso di rischiare. E ho aperto un’attività in pieno lockdown" 26/10/2020 20:53 ...
Melbourne, calano i casi di COVID-19, ma Andrews chiede ancora pazienza 26/10/2020 09:49 ...
Il Giro d'Italia incorona la nuova guardia 26/10/2020 29:06 ...
View More