Coming Up Sun 8:00 AM  AEST
Coming Up Live in 
Live
Italian radio
SBS IN ITALIANO

Studenti internazionali: il limite delle 20 ore lavorative andrebbe abolito in tutti i settori?

A waitress serves diners at a bar in Sydney, Friday, February 12, 2021 Patron limits and rules around mask wearing have been relaxed in Sydney. Source: AAP Image/Joel Carrett

Il governo annuncerà nell'ambito del budget la sospensione del limite delle 20 ore settimanali di lavoro per chi ha un visto da studente, ma solo nei settori di ospitalità e turismo.

La pandemia ha colpito duramente molti settori della società australiana. Tra questi anche studenti e studentesse internazionali, che spesso lavoravano in settori come turismo e ospitalità, particolarmente interessati dalla chiusura dei confini e dei ripetuti lockdown.

Coloro che sono rimasti in Australia con uno student visa non hanno avuto accesso a misure come JobKeeper e JobSeeker, e si sono spesso ritrovati in situazioni difficili da affrontare. 

Come reso noto dalla nostra emittente nel fine settimana scorso, il budget federale che verrà presentato nella serata di martedì 11 maggio prevede anche, tra le varie misure, una sospensione del limite massimo di 20 ore lavorative alla settimana per coloro che sono in possesso di uno student visa, ma solo nei settori del turismo o dell'ospitalità. 

Secondo il ministro dell'immigrazione Alex Hawke la decisione aiuterà a colmare le carenze di personale nei settori del turismo e dell'ospitalità, sostenendo così la ripresa dell'economia australiana.

Gabrielle Marchetti, avvocatessa di JobWatch, centro legale che assiste lavoratori e lavoratrici, ritiene che la decisione sia condivisibile e la definisce un buon primo passo, ma aggiunge, parlando ai microfoni di SBS Italian: "vorremmo che a lungo termine questa fosse la regola per tutti coloro che hanno lo student visa".

"Questo limite di 40 ore lavorative ogni due settimane significa che i datori di lavoro hanno un potere sui dipendenti che li rende più vulnerabili".

Lucio Pellicciotta lavora nel settore edile a Melbourne. A suo parere "il limite delle 20 ore è un po' una presa in giro", e a suo parere "manca il personale in Australia, [gli studenti internazionali] fanno i lavori che i locali non farebbero".

Inoltre Pellicciotta sottolinea che sarebbe opportuno estendere questa iniziativa ad altri settori, dove manca il personale come avviene in hospitality e turismo.

La sindacalista Renata Musolino, OH&S Information and Website Organiser del Victorian Trades Hall Council di Melbourne, è parzialmente soddisfatta dell'iniziativa del governo federale, ma trova "ironico che nel periodo in cui questi ragazzi [student visa holders] avevano davvero bisogno il governo abbia voltato le spalle", non garantendo nessun sussidio a chi era in gravi difficoltà.

"Questa misura non darà tutte le risposte", aggiunge tuttavia, sottolineando che questi studenti rimangono per periodi lunghi in Australia e dovrebbero avere la possibilità di restare, con tutte le tutele necessarie.

"Questa misura è temporanea, ma il governo dovrebbe rivedere tutto il sistema [di visti]".

Silvia è in Australia con un visto studentesco, e, parlando ai microfoni di SBS Italian, si dichiara contenta dell'iniziativa del governo.

"Mi aspettavo che cambiasse qualcosa, visto che non sta entrando nessuno [per via della chiusura dei confini]", dichiara Silvia, "e questi sono lavori che gli australiani non vogliono fare".

Per parte sua Bianca Bonino, che lavora nel turismo, critica invece il fatto che il suo settore, sostanzialmente bloccato a causa della chiusura dei confini internazionali, sia stato incluso in questa iniziativa.

"Ci sono pochissimi studenti internazionali coinvolti nel turismo, tranne negli alberghi come inservienti", dichiara, aggiungendo che da professionista che al momento fatica a trovare impiego si sente sminuita da questa decisione. 

Ascolta il dibattito in onda con tutti gli interventi:

Studenti internazionali: il limite delle 20 ore lavorative andrebbe abolito in tutti i settori?
00:00 00:00

Le persone in Australia devono stare ad almeno 1,5 metri di distanza dagli altri. Controllate le restrizioni del vostro stato per verificare i limiti imposti sugli assembramenti. 

Se avete sintomi da raffreddore o influenza, state a casa e richiedete di sottoporvi ad un test chiamando telefonicamente il vostro medico, oppure contattate la hotline nazionale per le informazioni sul Coronavirus al numero 1800 020 080.

Notizie e informazioni sono disponibili in 63 lingue all'indirizzo www.sbs.com.au/coronavirus

Ascolta SBS Italian tutti i giorni, dalle 8am alle 10am. 

Seguici su FacebookTwitter e Instagram o abbonati ai nostri podcast cliccando qui.

Coming up next

# TITLE RELEASED TIME MORE
Studenti internazionali: il limite delle 20 ore lavorative andrebbe abolito in tutti i settori? 11/05/2021 24:29 ...
Ora anche Sydney ha una sua "Little Italy" 12/06/2021 04:23 ...
Graziella Caprarelli, dopo i laghi di Marte conquista l'Australia 12/06/2021 17:55 ...
"L'Australia non mi piaceva, ora invece è la mia casa" 12/06/2021 14:34 ...
"Non trovavo un podcast di storia in lingua italiana, allora ho deciso di crearlo io" 12/06/2021 13:50 ...
Giornale radio sabato 12 giugno 2021 12/06/2021 12:55 ...
Diritto di asilo, il sistema europeo sta funzionando? 11/06/2021 07:44 ...
Scoprite il cinema australiano su SBS 11/06/2021 08:28 ...
“Per i nostri anziani, la parola chiave è informazione” 11/06/2021 08:48 ...
"Se volete imparare una nuova lingua dovete fissare degli obiettivi" 11/06/2021 12:00 ...
View More