Coming Up Fri 8:00 AM  AEST
Coming Up Live in 
Live
Italian radio
Breaking

Due scuole di Sydney chiuse dopo alcuni casi di coronavirus tra gli studenti

A file photo of Bonnyrigg High School in Sydney's South West Source: AAP

Una scuola superiore e una scuola primaria di Sydney sono state chiuse per essere igienizzate dopo che alcuni studenti sono risultati positivi al coronavirus.

Una scuola superiore e una scuola primaria nella zona sud-occidentale di Sydney sono state chiuse dopo che tre studenti sono risultati positivi al COVID-19.

La Bonnyrigg High School e la Greenway Park Public School rimarranno entrambe chiuse martedì per una pulizia approfondita e per consentire il tracciamento dei contatti, mentre agli studenti è stato chiesto di autoisolarsi. 

"Tutti gli studenti studieranno da casa domani" ha comunicato lunedì sera sul proprio sito la Bonnyrigg High School.

Bonnyrigg High rimarrà chiusa martedì per completare il tracciamento e igienizzare la scuola, segnala il post.

"A tutto lo staff e agli studenti viene richiesto di autoisolarsi mentre viene effettuato il tracciamento".

Anche Greenway Park Public School ha comunicato che gli studenti accederanno all'insegnamento a distanza martedì, dopo che due studenti sono risultati positivi al COVID-19.

Ulteriori informazioni su quando la scuola potrà riaprire verranno diramate martedì.

Il Dipartimento dell'istruzione del NSW ha appreso da NSW Health che uno studente della Bonnyrigg High e due della Greenway Park Public sono risultati positivi al COVID-19.

NSW Health ha richiesto a chiunque abbia legami con le scuole e si sia sentito poco bene o abbia manifestato sintomi influenzali di sottoporsi al test.

Intanto, la premier del NSW Glady Berejiklian ha segnalato che lo stato potrebbe inasprire le restrizioni sui confini con il Victoria, dopo che tra gli ultimi casi positivi è emerso quello di un bambino proveniente dal Victoria.

"Se dovremo fare di più, lo faremo", ha detto lunedì.

Il NSW ha riportato 13 nuovi casi di COVID-19 lunedì - quattro dei quali erano viaggiatori tornati dall'estero o dal Victoria, e uno senza una causa chiara del contagio.

Altri quattro casi annunciati ed emersi nel fine settimana includono una donna di 52 anni, suo figlio, la nuora e il loro bébé.

La famiglia era recentemente tornata da Melbourne a Wagga Wagga, nella regione della Riverina, e si è autoisolata come richiesto.

Il governo del NSW ha raccomandato caldamente che le persone indossino le mascherine in situazioni ad alto rischio, mentre lo stato entra in quella che la premier Berejiklian definisce come una fase critica nella lotta contro il virus.

La stessa premier ha rivelato che ora porta sempre con sé una mascherina, e ha nuovamente sollecitato lavoratori a contatto con il pubblico, fedeli, persone che vivono nei pressi di focolai all'interno della comunità e coloro che si trovano in spazi chiusi a indossare le mascherine.

Berejiklian per il momento non si è spinta a rendere obbligatorie le mascherine. 

I residenti della zona metropolitana di Melbourne sono soggetti alla fase 4 e devono quindi rispettare il coprifuoco dalle ore 20:00 alle 05:00.

I residenti devono restare a casa e possono uscire solo per acquistare cibo e generi di prima necessità, per lavorare, fare esercizio oppure prestare o ricevere assistenza. 

Una lista con tutte le restrizioni può essere consultata qui.

Tutti gli abitanti del Victoria devono indossare mascherine in pubblico.

Le persone in Australia devono stare ad almeno 1,5 metri di distanza dagli altri. Controllate le restrizioni del vostro stato per verificare i limiti imposti sugli assembramenti.

Se avete sintomi da raffreddore o influenza, richiedete di sottoporvi ad un test chiamando telefonicamente il vostro medico, oppure contattate la hotline nazionale per le informazioni sul Coronavirus al numero 1800 020 080. 

Notizie e informazioni sono disponibili in 63 lingue all'indirizzo www.sbs.com.au/coronavirus.

Ascolta SBS Italian ogni giorno, dalle 8am alle 10am. Seguici su FacebookTwitter e Instagram.

Source AAP -SBS
This story is also available in other languages.