Coming Up Sun 8:00 AM  AEDT
Coming Up Live in 
Live
Italian radio

Russia, "il vaccino è pronto", ma la sperimentazione rapida e i pochi test suscitano perplessità

L'annuncio da parte della Russia che approverà un vaccino per il COVID-19 dopo che sono stati condotti test sull'uomo per meno di due mesi ha destato allarme tra gli esperti sanitari globali.

La Russia si è proclamata vincitrice nella corsa ad un vaccino per il COVID-19.

Vladimir Putin ha annunciato al mondo che Mosca ha registrato il primo storico vaccino contro il coronavirus e che presto inizierà la produzione di massa e quindi la somministrazione.

Gli immunologi e gli esperti di malattie infettive lo hanno definito come un passo "azzardato", in quanto la Russia deve ancora condurre dei test su larga scala che dimostrino che il vaccino funziona. 

"La Russia sta essenzialmente conducendo un vasto esperimento sulla popolazione", ha detto Ayfer Ali, specialista nella ricerca sui farmaci presso la Warwick Business School britannica.

Secondo Ali, un'approvazione così rapida potrebbe significare che i potenziali effetti collaterali del vaccino potrebbero non essere rilevati.

Questi, sebbene probabilmente rari, potrebbero essere seri, ha avvertito.

Russia has become the first country to approve a coronavirus vaccine for use in its citizens despite international scepticism.
Russia has become the first country to approve a coronavirus vaccine for use in its citizens despite international scepticism.
AAP

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che il vaccino, sviluppato dall'Istituto Gamaleya di Mosca, è sicuro e che è stato somministrato a una delle sue figlie.

"So che funziona in modo abbastanza efficace, forma una forte immunità e, ripeto, ha superato tutti i controlli necessari", ha dichiarato Putin in un discorso andato in onda martedì alla televisione di stato.

0:00

Ma secondo Francois Balloux, esperto dell'Istituto di genetica dell'University College di Londra, è stata "una decisione sconsiderata e sciocca".

"Vaccinazioni di massa con un vaccino che non è stato testato in modo appropriato sono una mossa decisamente non etica", ha affermato.

"Nel caso emergano dei problemi con le vaccinazioni in Russia, questo avrebbe dei risultati disastrosi per via dell'impatto negativo sulla salute [della popolazione russa], ma anche per quanto riguarda l'accettazione di un vaccino in futuro tra la popolazione [di altri Paesi]", ha detto.

I commenti di Balloux sono stati ripresi da Danny Altmann, professore di immunologia all'Imperial College di Londra, che ha affermato che il "danno collaterale" derivante dall'applicazione di un vaccino che non sia stato testato come si deve "esacerberebbe i nostri problemi attuali in modo insormontabile".

Mentre la Russia ha dichiarato vittoria, sei o sette produttori di farmaci in tutto il mondo sono in procinto di condurre sperimentazioni umane avanzate su larga scala dei loro potenziali vaccini per il COVID-19, ciascuno con decine di migliaia di partecipanti volontari.

Molti di questi apripista, tra cui Moderna, Pfizer e AstraZeneca, affermano di sperare di sapere se i loro vaccini funzionino e siano sicuri entro la fine di quest'anno.

Ci si aspetta che tutti pubblichino i risultati della sperimentazione e i dati sulla sicurezza e li sottopongano alle autorità di regolamentazione negli Stati Uniti, in Europa e altrove per un controllo prima che possa essere concessa qualsiasi licenza.

Trials were completed on only dozens of people for less than two months.
Trials were completed on only dozens of people for less than two months.


In Russia, l'approvazione del vaccino da parte del Ministero della Salute precede le sperimentazioni che normalmente coinvolgono migliaia di partecipanti, comunemente note come sperimentazione di fase III.

Tali studi sono generalmente considerati precursori essenziali affinché un vaccino ottenga l'approvazione ufficiale.

Peter Kremsner, esperto dell'ospedale universitario tedesco di Tubinga, che sta lavorando alla sperimentazione clinica di un candidato-vaccino prodotto da CureVac, ha detto che la mossa della Russia è stata "spericolata".

"Normalmente c’è bisogno di un gran numero di persone da sottoporre a dei test prima di approvare un vaccino", ha affermato.

"Penso che sia sconsiderato farlo se molte persone non sono già state testate."

Gli esperti hanno affermato che la mancanza di dati pubblicati sul vaccino russo lascia gli scienziati, le autorità sanitarie e il pubblico all'oscuro su come viene prodotto, su quanto sia sicuro, sulla risposta del sistema immunitario e se possa prevenire il COVID-19 o meno.  

"Non è possibile sapere se il vaccino della Russia sia efficace senza la presentazione di articoli scientifici per l'analisi", ha detto Keith Neal, specialista in epidemiologia delle malattie infettive presso la Nottingham University britannica.

Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha lodato gli sforzi della Russia per sviluppare un vaccino contro il coronavirus ed è disposto a partecipare personalmente ai test, dopo aver accolto con favore un'offerta di fornitura da Mosca che si aspetta sarà gratuita.

A health worker extracts blood from a patient at a drive-thru COVID-19 testing centre in Manila.
A health worker extracts blood from a patient at a drive-thru COVID-19 testing centre in Manila.
AAP


La Russia si è offerta di fornire o co-produrre il vaccino nelle Filippine, che si sono dichiarate pronte a lavorare con Mosca su prove, fornitura e produzione.

Le Filippine hanno tra i numeri di casi più alti in Asia, che sono aumentati di 2.987, raggiungendo martedì i 139.538 casi.

"Dirò al presidente (Vladimir) Putin che ho un'enorme fiducia nei suoi studi per la lotta contro il COVID e credo che il vaccino che hanno prodotto sia davvero una cosa positiva per l'umanità", ha detto Duterte.

Per far tacere le perplessità dell'opinione pubblica sulla sicurezza del vaccino, Duterte si è offerto come cavia dicendo: "Posso essere il primo su cui possono sperimentare [il vaccino]".

Le persone in Australia devono stare ad almeno 1,5 metri di distanza dagli altri. Controllate le restrizioni del vostro stato per verificare i limiti imposti sugli assembramenti.

I residenti di Metropolitan Melbourne sono soggetti alle restrizioni della fase 4 e devono rispettare un coprifuoco tra le ore 20:00 e le ore 5:00. L'elenco completo delle restrizioni è disponibile qui: https://www.dhhs.vic.gov.au/stage-4-restrictions-covid-19

Se avete sintomi da raffreddore o influenza, state a casa e richiedete di sottoporvi ad un test chiamando telefonicamente il vostro medico, oppure contattate la hotline nazionale per le informazioni sul Coronavirus al numero 1800 020 080. 

Informazioni e aggiornamenti sono disponibili in 63 lingue sul sito: sbs.com.au/coronavirus.

Ascolta SBS Italian tutti i giorni, dalle 8am alle 10am. Seguici su FacebookTwitter e Instagram. 

Source Reuters - SBS
This story is also available in other languages.
Show languages