SBS Radio App

Download the FREE SBS Radio App for a better listening experience

Advertisement
(Getty Images)

L'agente d'immigrazione Emanuela Canini, parla del Temporary Sponsored Parent visa e di altre novità.

By
Carlo Oreglia, Davide Schiappapietra
Published on
Friday, December 7, 2018 - 14:25
File size
25.62 MB
Duration
14 min

La notizia principale della settimana è che il governo introdurrà il nuovo Temporary Sponsored Parent visa che permetterà a genitori e a nonni di avere un nuovo percorso per ricongiungersi con le proprie famiglie residenti in Australia.

Sarà possibile iniziare a presentare le domande per il visto Temporary Sponsored Parent visa nella prima metà del 2019, ma per ora non c'è un vero e proprio testo di legge che regoli il visto.

Di fatto, quindi, il visto ancora non esiste e non c'è neanche una lista ufficiale di requisiti; quello che è stato fatto è semplicemente una legge su questioni pertinenti ai visti famigliari nella quale è stato anche inserito, e quindi semplicemente nominato, questo visto temporaneo per genitori, che fa presagire che la legge vera e propria sarà presentata in tempi brevi. Il Ministro dell'immigrazione, David Coleman, ha dichiarato che a metà del 2019 dovrebbe essere tutto pronto.

Quello che sappiamo a proposito del visto riguarda l'obbligo per genitori o nonni di avere uno "sponsor", quindi dei figli o nipoti in questo caso, che si prendano la responsabilità coprire tutte le spese mediche dei genitori quando si trovano in Australia. Bisogna però capire se questo si applicherà anche a chi provenga da un paese, come l'Italia, che ha accordi di reciprocità con l'Australia per quanto riguarda le coperture sanitarie. Come sappiamo, gli Italiani che arrivano in Australia ricevono infatti la copertura sanitaria Medicare per i primi sei mesi di soggiorno.

Sarà quindi interessante vedere se anche questi 6 mesi saranno a carico di figli e nipoti oppure no.

Potrebbe anche interessarti
Nuovo visto di 5 anni per genitori e nonni
Il governo introdurrà il nuovo Temporary Sponsored Parent visa che fornirà ai genitori e ai nonni un nuovo percorso per ricongiungersi con le loro famiglie residenti in Australia.

Quali possono essere i costi?

Sappiamo che i costi per la sanità sono enormi in Australia, ma non è stata ancora menzionata alcuna cifra per il momento, anche se in passato si parlava di 10 o 20 mila dollari per un visto che, lo ricordiamo - dovrebbe durare fino a 5 anni, ma la cifra non è mai stata confermata ed è passato molto tempo da quando se n'è parlato per la prima volta.

Potenziali vantaggi e svantaggi del nuovo Temporary Sponsored Parent visa?

Il vantaggio è sia per i figli, che possono avere assistenza per i bambini da parte di genitori e nonni - oltre ad averli in Australia più a lungo -, sia per i genitori/nonni stessi che non devono fare avanti e indietro con i visti turistici ogni 3 mesi e possono vedere crescere i loro nipoti.

Questo visto è solo per chi ha figli in Australia che sono residenti permanenti o cittadini australiani, e non verrà rilasciato se i figli hanno un visto temporaneo.

Come dicevamo, è un visto che dovrebbe durare 5 anni e può essere utile anche a chi ha fatto richiesta del Parent visa permanente, ed è in attesa che venga approvato. Ormai anche qiuesto visto, che costa quasi 50 mila dollari a genitore, sta prendendo dei tempi lunghi: siamo a circa 4 anni di attesa. Per cui, nell'attesa, si potrebbe comunque venire in Australia con quello temporaneo.

Gli svantaggi sono certamente i costi che, anche se non sono stati annunciati ufficialmente si preannunciano molto alti, soprattutto in rapporto al tipo di visto; e inoltre se il figlio dovrà prendersi carico anche delle spese del Medicare, allora molti ci penseranno bene bene prima di fare domanda.

Ascolta SBS Italian tutti i giorni, dalle 8am alle 10am. Seguici su FacebookTwitter e Instagram.