SBS Radio App

Download the FREE SBS Radio App for a better listening experience

Advertisement
Il Governo ha annunciato la decisione di abolire i visti 457.
Italian
By
Davide Schiappapietra, Carlo Oreglia

18 Apr 2017 - 2:14 PM  UPDATED 19 Apr 2017 - 2:14 PM

AGGIORNAMENTO DELLE 07:30pm AEST di Martedì 18 aprile- Il governo federale ha annunciato che abolirà il visto 457 per sostituirlo con due nuove classi di visto temporaneo, come ha dichiarato il Primo Ministro Malcolm Turnbull.

I cambiamenti non si applicheranno alle persone già in possesso di un visto 457, ha rassicurato il Primo Ministro.

Nelle intenzioni del governo, verranno introdotte, al posto degli attuali visti 457, due nuove classi di visti temporanei (chiamate Temporary Skill Shortage visa TSS) legati alle esperienze lavorative dei candidati - un visto di due anni e uno, per professioni più altamente specializzate, di quattro anni -. Il primo ministro ha aggiunto che al termine dei due anni, ci sarà la possibilità di estendere il visto per altri due anni, al termine dei quali non sarà possibile ottenere un’estensione rimanendo in Australia ma si dovrà uscire dal paese.

Secondo il sito del Ministero dell'immigrazione il nuovo visto di due anni non darà accesso alla residenza permanente. Il visto di quattro anni per lavoratori altamente specializzati potrà ancora dare accesso alla residenza permanente ma solo dopo tre anni di permanenza in Australia. 

Secondo il Ministro dell'immigrazione Peter Dutton, il programma 457 in vigore al momento ha una impostazione che prevede una durata di quattro anni, ma è in realtà un accesso a tempo indeterminato, il cui esito finale è in molti casi la possibilità di emigrare in Australia a titolo definitivo.

Il ministro Dutton ha anche detto che il governo ha intenzione di ridurre drasticamente il numero delle professioni per le quali è possibile richiedere il visto di lavoro 457, rispetto alle circa 650 della legislazione al momento in vigore.

Il visto 457 era stato creato per sopperire alla mancanza di personale qualificato australiano in determinate professioni, consentendo alle persone che ottengano il visto di estenderlo anche ai propri familiari.

Secondo l’Australian Bureau of Statistics il numero di titolari di 457 visa (non includendo i loro familiari il cui visto è collegato a quello del titolare primario) è sceso nell’untimo anno da 104 mila a poco meno di 95 mila.

La maggior parte dei titolari di visto provengono dall'India, che rappresenta quasi un quarto totale, seguita dal Regno Unito (circa il 19%) e dalla Cina (5,8% circa).

Per quanto riguarda gli attuali titolari di visto 457, il Ministro Dutton ha specificato che verrà applicato un “grandfathering agreement”, una forma di clausola che permette a determinati soggetti di poter mantenere regole e diritti precedenti anche dopo che una legge viene cambiata.


Dalla sua pagina Facebook, il PM Malcom Turnbull annuncia con un video "Diamo la priorità all'occupazione e i lavoratori australiani devono avere la precedenza".

La soluzione di Turnbull è "abolire i visti 457". Questi visti verranno sostituiti da "nuovi visti temporanei che serviranno ad assumere i lavoratori più brillanti nell'interesse della nazione", ma serviranno qualifiche, esperienze lavorative e un migliore livello di conoscenza della lingua inglese.

"We'll no longer allow 4-5-7 visas to be passports to jobs that could and should go to Australians". Malcom Turnbull

Il leader dell'opposizione Bill Shorten ha criticato l'annuncio via Twitter. "Non illudetevi" - ha scritto - "l'unico lavoro che sta a cuore a Malcom Turnbull è il suo".

La leader di One Nation Pauline Hanson si è presa i meriti del cambiamento di rotta del PM. "Il governo negherà che l'approccio duro verso l'immigrazione e i 457 sono una conseguenza di One Nation, ma sappiamo tutti la verità".

Ulteriori dettagli a seguire.