Cosa fare quando viene cancellato il visto

Se durante la pandemia del COVID19 il tuo visto rischia di essere annullato, dovresti rivolgerti ad un legale per non compromettere le tue possibilità di restare in Australia.

Scales and gavel

Source: Getty Images/boonchai wedmakawand


L'annullamento del visto avviene di solito per la violazione delle condizioni di emissione, perché sono state fornite informazioni false per ottenerlo oppure per avere infranto le norme di comportamento.


Advertisement

Highlights

  • Solo il ministro degli Affari di Stato, quello dell'Immigrazione o un loro delegato possono annullare un visto
  • Se il tuo visto è stato cancellato ai sensi della Sezione 501 del Migration Act del 1958, puoi fare ricorso all'Administrative Appeals Tribunal (AAT)
  • Un esperto legale della Macquarie University sostiene che è consigliabile rivolgersi a un legale per avere migliori possibilità di successo con il ricorso 

L'annullamento del visto avviene di solito per la violazione delle condizioni di emissione, perché sono state fornite informazioni false per ottenerlo oppure per avere infranto le norme di comportamento.

Lo sostiene l’avvocato e agente di immigrazione Tim Madigan che lavora in Queensland presso il Refugee and Immigration Legal Service, una organizzazione non scopo di lucro.

"Una volta che il visto viene annullato, la persona viene considerata residente illegale. Per questo piò essere trasferita in un centro di detenzione o deportata"

L’avvocato Madigan raccomanda di presentare un ricorso immediatamente dopo avere ricevuto notifica dell’intenzione da parte del ministero di cancellare il visto.

Madigan sostiene che l'azione migliore da intraprendere, una volta ricevuto l'avviso dal Department of Home Affairs della intenzione di cancellare annullare il visto, è di chiedere aiuto legale preferibilmente lo stesso giorno in quanto il ministero chiede di rispondere in tempi brevi, a volte addirittura entro due giorni.

Kate Bones, avvocato che lavora per il Legal Aid New South Wales, afferma che dare informazioni incorrette o false può determinare lo status del visto fino alla richiesta della cittadinanza.

L’avvocato Bones dice che la cancellazione del visto per questo motivo è in aumento, in particolare per rifugiati e richiedenti asilo. Spesso però ci sono ragioni valide in quanto i documenti originali possono essere andati perduti o, a volte, alcuni paesi non li emettono.

Asylum seekers in detention
Source: AAP Image/Darren England


Il Dr Daniel Ghezelbash è il fondatore e direttore della Macquarie University Social Justice Clinic, un ufficio che offre assistenza legale a rifugiati e richiedenti asilo.

Il Dr. Ghezelbash afferma che una condanna a dodici mesi o più di detenzione, non importa se la pena venga espiata oppure no, implica la cancellazione automatica del visto.

Ma c'è a possibilità di fare una nuova domanda inviandola direttamente al Ministro dell'Immigrazione.

"Ma durante l'attesa la persona deve restare in un centro di detenzione e, a volte, occorrono un paio d'anni prima che la pratica venga chiusa"

Kate Bones dice che molte vittime di violenza domestica spesso vengono minacciate dal partner con l'annullamento del visto, anche se questi non ha il potere legale per farlo.

"In questo caso è importante informare subito il Department of Immigration"

Refugee camp
Source: AAP Image/EPA/BORIS ROESSLER


IL Dr Ghezelbash afferma che ci sono varie vie legali per presentare ricorso per la cancellazione del visto, ma che ogni azione dipende dal motivo per il quale il visto viene annullato. Normalmente, se l’annullamento è causato da una infrazione alla Sezione 501 della legge sull'immigrazione, la persona interessata può appellarsi all’ , conosciuto anche come AAT.

"Si tratta di solito di funzionari indipendenti che fanno le veci del ministro e che esaminano il caso per stabilire se l'annullamento del visto sia regolare"

Il Dr Ghezelbash dice che un ricorso può anche essere presentato al Federal Circuit Court per stabilire se, nella decisione di annullare il visto presa dall'AAT, sia stato commesso un errore.

Da una sua analisi fatta su oltre cinquanta appelli all’AAT, il Dr Ghezelbash ha scoperto che le decisioni dipendono da diversi fattori, a volte anche dal funzionario incaricato di decidere sul caso.

Per evitare quella che definisce la “refugee roulette”, e cioè la situazione che molti rifugiati e richiedenti asilo condividono con quelli degli Stati Uniti e Canada, la ricerca del Dr Ghezelbash indica che è consigliabile avere un rappresentante legale.

Red Cross
Source: AAP Image/EPA/Alejandro Garcia


L’avvocato Madigan spiega che, per restare legalmente in Australia, è importante fare domanda per un Bridging Visa prima che scada quello originale, o mentre si è in attesa che il ricorso venga esaminato dall’AAT oppure prima di tentare di lasciare il paese durante la pandemia del Coronavirus.

Vicky Ross è la responsabile del programma di assistenza per migranti e la sua organizzazione fornisce generi alimentari e a volte aiuti economici in collaborazione con il Department of Social Services, il dipartimento dei servizi sociali, non importa quale tipo di visto uno abbia.

In questo periodo ha anche aiutato i lavoratori casual che hanno perso il lavoro, gli studenti internazionali in difficoltà e coloro il cui visto sta per scadere.

L'aiuto economico consiste in un contributo unico di $400 per famiglia.

"Non sembra una cifra consistente, ma sappiamo che le famiglie possono avere la scelta di spendere questi soldi in generi alimentari, medicine, per cercare lavoro o anche per pagare l'affitto. È un aiuto che in questo momento critico può risultare molto necessario".
Legal consultation
If your visa is canceled, it is recommended to seek legal assistance immediately. Source: Getty Images/Maskot


Attenzione: i commenti rilasciati per questo servizio non si applicano a tutte le circostanze. Se siete preoccupati per il vostro visto, l’azione migliore è di chiedere aiuto legale il più presto possibile.

Per assistenza legale gratuita chiamate l’ufficio di Legal Aid dello stato o territorio nel quale risiedete.

Oppure:

Telefonate a  or RAILS che è un servizio gratuito in Queensland allo (07) 3846 9300. 

Potete anche chiamare allo (03) 9413 0100 mercoledì o venerdì dalle 10:00 alle 14:00 per una consulenza gratuita.

Il servizio traduttori e interpreti è disponibile gratuitamente al  13 14 50, e specificate la lingua che cercate.

La Croce Rossa offre assistenza di emergenza a chi ha un visto temporaneo. Per informazioni visitate il sito della .

Ascolta SBS Italian tutti i giorni, dalle 8am alle 10am. Seguici su Facebook, Twitter e Instagram.


Share
Published 27 June 2020 at 10:54am
By Amy Chien-Yu Wang
Presented by Domenico Gentile